Quanto vale l'intelligenza artificiale?

Quanto vale l'intelligenza artificiale?

Se 2 anni fa ti avessi detto che Paul McCartney avrebbe usato l’AI per comporre una canzone, probabilmente mi avresti preso per pazzo. Eppure è proprio quello che è successo. L’intelligenza artificiale sta proprio cambiando il mondo. Come vedremo, anche sul fronte economico.

🗞️ Le notizie

1/

Paul McCartney usa l’AI per comporre una nuova canzone dei Beatles

Il cantante inglese ha recentemente dichiarato che un “nuovo” brano dei Beatles utilizzerà l’intelligenza artificiale.

La canzone, che sarà rilasciata più tardi quest’anno, include le voci di John Lennon prelevate da una vecchia registrazione demo, probabilmente da ‘Now and Then’, del 1978.

L’ispirazione per la canzone è venuta dal documentario di Peter Jackson ‘Get Back’, per il quale è stato utilizzato un sistema AI personalizzato per separare le voci dei vari membri dei Beatles dai rumori di fondo, permettendo una riproduzione di alta qualità.

Sebbene sia un po’ scettico al riguardo di questa tecnologia, Paul ha ammesso: “è un po’ spaventoso ma emozionante, perché è il futuro”.

2/

Con 499 voti a favore, 28 contrari e 93 astensioni, l’Europarlamento approva l’AI Act

Assistiamo quindi alla prima legge globale che regolamenterà l’uso dell’intelligenza artificiale.

Questo innovativo quadro normativo aspira a promuovere le potenzialità dell’AI, garantendo allo stesso tempo sicurezza, trasparenza e rispetto dell’ambiente.

Il Parlamento Europeo ha messo in evidenza la necessità che i sistemi di AI siano sempre sotto la supervisione umana, per prevenire possibili esiti dannosi.

L’AI Act mira a calibrare le regole in base al livello di rischio.

Per i sistemi ad alto rischio, che potrebbero incidere sulla sicurezza o sui diritti fondamentali, è prevista una registrazione nel database dell’UE e una valutazione accurata prima del loro rilascio sul mercato e durante tutto il loro ciclo di vita.

Al contrario, per i sistemi a rischio limitato sono previsti requisiti di trasparenza minimi, ma fondamentali per consentire agli utenti decisioni consapevoli​​.

3/

L’intelligenza artificiale potrebbe aggiungere fino $4.4 trilioni ogni anno all’economia globale

Quattro i settori “responsabili” del 75% dell’immissione di questo denaro: il contatto con i clienti, il marketing e le vendite, lo sviluppo di software e la ricerca e sviluppo dei prodotti.

Il report di 68 pagine inoltre prevede che tra il 2030 e il 2060 metà dei lavori attuali saranno completamente automatizzati, circa 10 anni prima della precedente previsione.

Ciò non vuol dire automaticamente una perdita massiva di posti di lavoro. Infatti come dichiarato da Alex Sukharevsky, senior partner e leader globale di QuantumBlack, “fondamentalmente si potrebbe rendere più veloce eseguire questi lavori e renderli molto più precisi di quanto non siano oggi,”

Questo porterebbe ad un aumento della produttività globale dello 0,2-3,3% all’anno.

🤑 Il finanziamento della settimana

Il finanziamento di oggi viene direttamente dalle casse dell’azienda in questione.

Infatti Accenture, il gigante della consulenza, ha annunciato un investimento impressionante di 3 miliardi di dollari nell’intelligenza artificiale nei prossimi 3 anni.

Questo investimento ha l’obiettivo di accelerare l’adozione e l’utilizzo dell’AI tra i suoi clienti, aiutandoli a raggiungere una maggiore crescita ed efficenza.

Questa iniziativa prevede inoltre di raddoppiare il personale specializzato, arrivando a 80.000 professionisti, attraverso assunzioni, acquisizioni e formazione.

L’azienda però non è nuova a questa tecnologia, infatti questo impegno si basa su più di un decennio di leadership nel campo dell’AI, un’esperienza che comprende oltre 1.450 brevetti e centinaia di soluzioni e implementazioni.

🧠 Varie dal mondo dell’AI

🧪 L’angolo del prompt

La qualità del risultato prodotto da un sistema di intelligenza artificiale è influenzata da un singolo fattore chiave: il prompt. 

Questo elemento si rivela fondamentale, tanto che recentemente l’abilità di generare un prompt accurato, dettagliato ed efficace è diventata una delle competenze più ricercate e apprezzate. 

Se non siamo (ancora) dei “prompt engineer”, abbiamo a nostra disposizione il plugin Prompt Perfect.

1. Scarichiamolo dal plugin store e attiviamolo

2. Inserendo il termine “perfect” prima del prompt, il plugin opererà autonomamente per perfezionarlo e riscriverlo, apportando un notevole miglioramento alla qualità dell’output finale.

Ma facciamo un esempio. Mettiamo caso di voler scrivere una storia di 200 parole su un personaggio di nome Tommaso, che vive a Bologna ed è appassionato di moto.

Probabilmente andremo a scrivere qualcosa come:

“Puoi raccontarmi una storia di 200 parole su [inserire dettagli]”

Ecco invece cosa Prompt Perfect immetterà effettivamente come input a ChatGPT.

📸 L’immagine della settimana

Game of .. Friends?!

⚒️ Risorse utili

Un unico luogo, tutti i tool di cui hai bisogno (link)

Un corso da 0 a 1 sul prompting con ChatGPT (link)

Impara il prompting dalla A alla Z (link)

Come utilizzare Midjourney per generare immagini (link)

SnackPrompt – scopri i migliori prompt per Chat-GPT (link)

Come utilizzare notion AI per avere più tempo nelle tue giornate​ (link)

Migliora la tua vita con l’Intelligenza artificiale

Ogni giovedì, la tua dose settimanale di Intelligenza artificiale. Ricevi solo le informazioni e le notizie più interessanti sul mondo dell’IA

© AI miei tempi – Privacy PolicyCookie Policy

P.IVA 04309790402

Torna in alto